Campania: con LiberiSì 20 sindaci e 200 eletti di centrodestra

Venti sindaci e oltre duecento amministratori locali e consiglieri eletti in diversi comuni della Campania si schierano per il Sì al referendum costituzionale e aderiscono al Comitato “LiberiSì” promosso da Marcello Pera e Giuliano Urbani. Molte di queste donne e di questi uomini – che negli anni hanno militato nelle fila di Forza Italia, del Pdl e degli altri partiti di centrodestra, eletti in quell’area politica, anche all’interno di liste civiche – hanno scelto di riprendere la vecchia bandiera delle riforme costituzionali, stella polare di tutta l’avventura politica di Silvio Berlusconi, consapevoli che questo referendum rappresenta un’occasione storica, preziosa e irripetibile per tutti i moderati, liberali e riformisti del nostro Paese.
Ecco i nomi:
Arvonio Raffaele (sindaco di Cicciano)
Balducelli Lorenzo (sindaco di Massa Lubrense)
Bottone Salvatore (sindaco di Pagani)
Cafarelli Manolo (sindaco di San Paolo Belsito)
Carbone Vincenzo (sindaco di Palma Campania e consigliere provinciale)
Carpinelli Francesco (sindaco di Cicerale)
Chirico Giovanni (sindaco di Sessa Cilento)
Colella Giovanni (sindaco di Succivo)
Colucci Raffaele (sindaco di Sirignano)
D’Ambrosio Mario Carmine (sindaco di Arpaia)
De Luca Raffaele (sindaco di Trecase)
Della Monica Fortunato (sindaco di Cetara)
D’Ovidio Nicola (sindaco di Riardo)
La Maida Eros (sindaco di Castel Nuovo Cilento)
Marotta Gerardo (sindaco di Giffoni Sei Casale)
Mazzocca Angelo (sindaco di Moschiano)
Montanaro Enrico (sindaco di Baiano)
Pirozzi Andrea (sindaco di S. Maria a Vico)
Pugliese Giuseppe (sindaco di Monte Di Procida)
Russo Antonio (sindaco di San Gennaro Vesuviano)