La bizzarra carestia delle pergamene e dei ricettari medici in Campania

La bizzarra carestia delle pergamene e dei ricettari medici sta determinando in Campania particolari disagi  a scapito di alcune fasce sociali che meritano maggiore tutela: i giovani da una parte ed i bisognosi di cure dall’altra. Siamo di fronte ad una situazione paradossale: mentre si discute dell’importanza della scuola quale “investimento” per la società non vi sono i fondi per comprare le pergamene per i diplomi. Quanto può essere credibile una scuola che non riesce nemmeno a garantire l’attestato di maturità pur avendo gli studenti regolarmente superato l’esame di Stato? Se fosse vero che le scuole superiori della Campania non rilasciano gli attestati per mancanza di soldi perché allora non preferire soluzioni alternative al passo con i tempi?

Nell’era globale della digitalizzazione, è legittimo che un “pezzo di carta” ponga un problema di sostanza piuttosto che di forma?

A maggior ragione, se si considerano i disservizi dovuti alla insufficienza di ricettari medici necessari alla prescrizione di analisi cliniche e farmaci rimborsabili dal servizio sanitario.

E poiché il motivo, anche in questo caso, pare essere riconducibile alla mancanza di soldi, perché non fare di necessità virtù optando per soluzioni alternative che vanno nella direzione della semplificazione amministrativa?

Nell’era del governo tecnico e dei professori che  – peraltro con risultati dubbi –  guardano ai “grandi sistemi”, queste vicende ci fanno comprendere come ci sia più che mai bisogno della vera politica, quella che guarda alle necessità e ascolta la voce della gente.

Una politica che sa denunciare e, quando si trova ad amministrare la cosa pubblica per scelta degli elettori, sa individuare soluzioni concrete e di buon senso ai problemi di ogni giorno, che in Italia sono spesso causati da una burocrazia, a volte tentacolare, nella quale possono perfino perdersi nel nulla cosa logiche come i diplomi di maturità o i ricettari medici.

Assenza di fondi per l’acquisto dei Diplomi in Campania

Interrogazione a risposta scritta 4-16487 presentata da Giovedì 7 giugno 2012, seduta n.646

Al Ministro dell’istruzione, dell’università e della ricerca.

– Per sapere – premesso che:

la stampa locale (si veda, per esempio, La Repubblica, edizione di Napoli) evidenzia un grave disservizio che si sta verificando presso numerose scuole superiori della Campania; Continua a leggere Assenza di fondi per l’acquisto dei Diplomi in Campania