Caso Woodcock-Finmeccanica: prosciolti tutti gli imputati

“La transazione per la quale vi furono promesse di tangenti non fu poi mai conclusa”. Con questa motivazione, il gip del Tribunale di Napoli, Maria Gabriella Pepe, ha archiviato quella che è stata da più parti ribattezzata come la madre di tutte le inchieste per corruzione internazionale. I fatti risalgono al 2012, quando i pm Vincenzo Piscitelli e Henry John Woodcock aprirono un procedimento penale a carico dell’ex ministro Claudio Scajola, del faccendiere Valter Lavitola, dell’amministratore delegato di Fincantieri Giuseppe Bono, dell’ex deputato Massimo Nicolucci, dell’ex presidente dell’Unione industriali del capoluogo campano Paolo Graziano e dell’ex direttore commerciale della holding di piazza Monte Grappa Paolo Pozzessere.

link

Indagato ma non comprendo il mio ruolo

Ho ricevuto questa mattina un’informazione di garanzia in relazione ad un’attività d’indagine da parte della Procura di Napoli. Dalla stampa apprendo che tale indagine si riferisce a delle iniziative svolte da aziende Italiane all’estero. Pur non comprendendo quale sia il mio ruolo in tale vicende, resto serenamente a disposizione dei magistrati per rendere qualsiasi chiarimento necessario.
Certo di poter dimostrare di non aver mai svolto alcuna attività illecita e di aver sempre operato nell’interesse unico del mio paese.

 

On. Massimo Nicolucci