Trasporti Campania

Interrogazione a risposta scritta

Al Ministro dello sviluppo economico, delle infrastrutture e dei trasporti.

– Per sapere – premesso che:

con le delibere n. 62 e n. 78 approvate nell’anno 2011, il CIPE ha sbloccato, dopo una lunga attesa, ingenti risorse destinate ad alcuni dei principali dossier aperti in merito allo sviluppo della rete infrastrutturale del Mezzogiorno, soprattutto su binario, a partire dall’opera strategica dell’Alta Velocità tra Napoli e Bari, individuata come prioritaria dalla delibera CIPE n. 62 del 2011;

secondo l’interrogante sono particolarmente significativi, sul piano quantitativo come su quello qualitativo, gli interventi previsti in modo specifico per la Regione Campania, che è la più popolosa e complessa sul piano infrastrutturale-urbanistico;

si evidenzia come la delibera CIPE n. 62/2011 abbia individuato in Campania, come destinatari di finanziamenti pari a un totale di 1,2 miliardi di euro, sei opere ferroviarie (tra cui il potenziamento della Ferrovia Circumvesuviana e lo sviluppo della metropolitana di Napoli), cinque opere viarie (tra cui l’asse Tirrenico-Adriatico e il completamento del collegamento dell’autostrada Salerno-Caserta con la Salerno-Napoli) e un’opera portuale con il potenziamento dei collegamenti al porto di Pozzuoli -:

quali iniziative di competenza si ritenga necessario assumere, alla luce dell’importanza degli interventi elencati in premessa, per dare concreto seguito alla delibera CIPE n. 62/2011 rispetto alle opere infrastrutturali in cantiere per la Regione Campania.

 

 

Massimo NICOLUCCI